logo del Centro di Ricerca e Sviluppo sull'E-Content - CReSEC
un donatore moltiplica la vita
piazza virtuale Campagna nazionale donazione trapianto organi tessuti cellule 2012
Premio Moltiplica la vita 10 dicembre 2012:
con il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Come diventare donatori

Come ci si può curare all'estero

Se le strutture italiane non sono in grado di offrire un trattamento adeguato o quando i tempi sono troppo lunghi per poter effettuare l’intervento o le cure, il paziente può farsi curare all’estero.

In tal caso deve ottenere un’autorizzazione preventiva, presentando domanda presso la propria ASL di provenienza. Alla domanda va allegata una relazione del medico specialista che dichiari che l’assistito non può essere curato in Italia.

Nella dichiarazione deve essere indicato anche il Centro estero prescelto per effettuare l’intervento o le cure. È necessario presentare, inoltre, ogni documentazione utile (cartelle cliniche, esami radiologici, pareri resi da specialisti, ecc.) che possa giustificare il trasferimento all’estero.

L'ASL inoltra la domanda e la documentazione a un ospedale denominato Centro di Riferimento Regionale entro 3 giorni dal ricevimento. Il Centro valuta se ci sono presupposti per poter dare l’autorizzazione e invia il parere positivo o negativo alla ASL entro 7 giorni dal ricevimento.